CAVOLO CAPPUCCIO
Stagionalità

Autunno / Primavera

CAVOLO CAPPUCCIO

Sono pieni di vitamina C, acido folico, hanno la capacità di stimolare le difese immunitarie, oltre a fibra, potassio.
Hanno effetto antitiroideo, contengono il sulforafano, che, unito agli isotiocianati, si ritiene abbia un effetto protettivo contro i tumori intestinali.
I cavoli svolgono una preziosa azione detossificante per il corpo e sono un potente antinfiammatorio; sono particolarmente indicati in caso di anemia, ascessi, cistiti, ulcere gastriche.

Questo ortaggio è ricco di fibre, beta-carotene, antiossidanti, potassio. Contiente ferro e calcio in quantità superiori rispettivamente alla carne rossa e al latte. Si trovano anche sodio, fosforo, Vitamina A, vitamina B1, vitamina B2. L’odore forte che viene sprigionato durante la cottura deriva dalla presenza di zolfo. Inoltre presenta un elevato quantitativo di acqua (pari al 92%), pochissime calorie (20 kcal su 100 gr), mentre è del tutto assente il colesterolo. Per questo motivo spesso viene suggerito come ingrediente nelle diete. Il cavolo cappuccio nella qualità verde e rossa appartiene alla famiglia delle crucifere.

Conservazione e trasformazione

Il cavolo cappuccio si può conservare anche per due settimane. Abbiate cura di riporlo nel cassetto delle verdure del frigorifero, in un sacchetto di plastica bucherellato e comunque coperto, in quanto l’odore del cavolo cappuccio è molto intenso e potrebbe essere facilmente assorbito dagli altri alimenti.
Il cavolo cappuccio può essere anche congelato, grattugiato e affettato, meglio dopo essere stato sbollentato anche se al momento dell’uso però risulterà leggermente molle.

Stagionalità

Autunno / Primavera

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilzione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata. Abilitando i cookie ci permetterai di offrirti la miglior esperienza possibile. Cookie policy