MANDARINO
Stagionalità

Inverno

MANDARINO

La buccia di mandarino è ricca di limonane, una sostanza antiossidante. Sempre dalla buccia si ricava l’olio essenziale di mandarino, utilizzato, una su tutte, contro la cellulite. Il mandarino è molto ricco di vitamina C, ma contiene anche vitamine del gruppo B, vitamina A, vitamina P, acido folico e diversi minerali tra cui magnesio, potassio, calcio e ferro. Il mandarino contiene, inoltre, bromo, sostanza che favorisce il sonno e il rilassamento.È facilmente digeribile e, essendo ricco di fibre, aiuta il regolare funzionamento dell’intestino. È un buon alleato nella prevenzione delle malattie da raffreddamento e aiuta a proteggere capillari e ossa.

Conservazione e trasformazione

L’ideale è un luogo fresco ed asciutto e la temperatura ottimale non deve superare i 14 gradi. Il congelamento si rivela un’eccellente soluzione e vi permetterà di conservare i mandarini anche per otto o nove mesi, a patto che la temperatura del congelatore resti sempre la stessa, ossia diciotto gradi sotto zero. È necessario, però, che prima di riporli nel congelatore, dovete privarli della buccia, successivamente dovete disporre i mandarini in un vassoio, leggermente distanziati fra di loro, per permettere che si congelino singolarmente. Lasciateli al freddo almeno per un’ora. Una volta induriti, metteteli velocemente nei sacchetti evitando che si scongelino e riponeteli nuovamente nel congelatore.

Stagionalità

Inverno

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilzione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata. Abilitando i cookie ci permetterai di offrirti la miglior esperienza possibile. Cookie policy