ANGURIA
Stagionalità

Estate

Calorie 30 kcal
Acqua 91,45 g
Grassi 0,15 g
Cairboidrati 7,55 g
Fibre 0,4 g
Zuccheri 6,2 g
Potassio 112 mg
Magnesio 10 mg
Vitamina C 8,11 mg
Beta-carotene 303 mg
Licopene 4532 mg

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

ANGURIA

La citrulina, una sostanza presente nell’anguria, rende questo frutto adatto a prevenire l’ipertensione e le malattie cardiache. Secondo alcuni studi, basterebbe una fetta di anguria al giorno per aiutare il nostro organismo a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Oltre ad una notevole quantità di vitamine A e C, fibre e minerali, contiene i carotenoidi, tra cui il licopene, che è un potente antiossidante. Disintossicante, drenante e diuretica è ottima in caso di ritenzione idrica, gonfiore alle gambe e cistite. Aiuta la circolazione e la depurazione dei reni ed è un importante alleato contro il diabete.
Il consumo di anguria può inoltre contribuire a migliorare la qualità del sonno per via del suo contenuto di carboidrati. Quando, nelle ore serali, i livelli di serotonina salgono, il cervello è meno sensibile ai segnali di disturbo, come i rumori, favorendo il sonno.

Storia

L’anguria, chiamata anche cocomero e melone d’acqua, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae. Si tratta di una pianta originaria dell’Africa meridionale e tropicale, oggi largamente diffusa in tutto il mondo, sia nella fascia tropicale che in quella temperata-calda.

Consigli

Per riconoscere una anguria matura bisogna guardarle il picciolo che non deve essere secco. Se dal punto in cui il picciolo si trova, o si trovava, fuoriesce del succo, significa che il frutto è maturo e zuccherino. Un’ ulteriore trucco consiste nel classico “suono di vuoto” che si ottiene bussando leggermente con un pugno sulla superficie del frutto. Anche la presenza di chiazze gialle o di striature sul frutto indica che l’anguria è ben matura.

Conservazione e trasformazione

L’Anguria intera va messa nella parte inferiore del frigorifero, dove sono gli scomparti per frutta e ortaggi, nei quali la temperatura varia solitamente tra gli 8 e i 10 gradi centigradi: in questo modo si può conservare per circa 10 giorni.

Nel caso che il frutto non sia ancora giunto a completa maturazione, si può tenere a temperatura ambiente per un massimo di 5 giorni.

Stagionalità

Estate

Calorie 30 kcal
Acqua 91,45 g
Grassi 0,15 g
Cairboidrati 7,55 g
Fibre 0,4 g
Zuccheri 6,2 g
Potassio 112 mg
Magnesio 10 mg
Vitamina C 8,11 mg
Beta-carotene 303 mg
Licopene 4532 mg

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilzione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata. Abilitando i cookie ci permetterai di offrirti la miglior esperienza possibile. Cookie policy