ALBICOCCA
Stagionalità

Estate

Calorie 48
Grassi 0,4 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,1 g
Acidi grassi monoinsaturi 0,2 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 1 mg
Potassio 259 mg
Carboidrati 11 g
Fibra alimentare 2 g
Zucchero 9 g
Proteine 1,4 g
Vitamina A 1.926
Calcio 13 mg
Vitamina D 0 IU
Cobalamina 0 µg
Vitamina C 10 mg
Ferro 0,4 mg
Vitamina B6 0,1 mg
Magnesio 10 mg

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

ALBICOCCA

Le albicocche sono un morbido e succoso frutto estivo con un alto contenuto zuccherino, ricco di vitamine, sali minerali e fibre. Sono in particolare una fonte da non sottovalutare di vitamina A e di vitamina C. Tra i sali minerali presenti troviamo potassio, calcio, ferro, fosforo e magnesio.
Contengono un basso apporto di calorie e contribuiscono alla protezione del cuore, della vista e della pelle. Le albicocche sono, infatti, una fonte preziosa di antiossidanti, tra cui spicca il contenuto di beta-carotene e la presenza di sorbitolo, indispensabili per proteggere gli organi e i tessuti dall’azione dei radicali liberi, per combattere l’invecchiamento e mantenere in salute l’apparato circolatorio. Inoltre, i carotenoidi ci aiutano a proteggere la retina, una delle parti più delicate dell’occhio, aiutando nella prevenzione della malattia maculare degenerativa che si verifica con l’avanzare degli anni. Le albicocche contengono anche catechine, flavonoidi in grado di aiutare il nostro organismo ad inibire alcuni enzimi coinvolti nella genesi delle infiammazioni.
Le albicocche sono utili anche in caso di problemi digestivistitichezza grazie al contenuto di sorbitolo, dalle leggere proprietà lassative, e di fibre solubili, che oltre ad aumentare il senso di sazietà, contribuiscono a mantenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue.

Storia

L’albicocca è il frutto dell’albicocco, una pianta arboricola, il Prunus armeniaca, che appartiene alla famiglia delle Rosacee, la stessa di prugne, pesche e ciliegie. Originario della Cina si è poi diffuso in tutta l’Europa al tempo dei Romani.

Consigli

Fresche, essiccate, sotto spirito, sciroppate, o trasformate in succhi o confetture, le albicocche risultano piuttosto versatili.Ma per godere appieno delle proprietà nutrizionali, sarebbe meglio consumare il frutto fresco.

Fate molta attenzione ad acquistare le albicocche secche: la presenza di solfiti (composti contenenti zolfo addizionati alla frutta essiccata come conservanti per prevenire l’ossidazione e lo sbiancamento dei frutti) possono provocare effetti indesiderati a livello respiratorio non solo nelle persone sensibili ai solfiti, ma in tutti coloro che soffrono d’asma. È bene quindi acquistarle solo se provenienti da agricoltura biologica, dove è vietato per legge l’impiego dei solfiti, o essiccare il frutto comodamente da soli.

A livello digerente, è consigliato un consumo minimo in caso di ulcera gastroduodenale e gastroenterocolite

 

Curiosita'

Le albicocche sono considerate un ottimo pre-abbronzante in quanto ricche di carotene e di Vitamina A in grado di stimolare la produzione di melanina. Per tale motivo, l’olio essenziale di albicocca viene impiegato per contrastare la psoriasi, alcuni studi dimostrano infatti come questo riesca a indurre la morte delle cellule malate per apoptosi.

In pasticceria se ne usano anche i semi (chiamati armelline o mandorle amare) per liquori, sciroppi e amaretti. Alcuni, tuttavia, ne sconsigliano il consumo per via della presenza di una sostanza al loro interno, l’amigdalina, che in dosi elevate è tossica perché contiene cianuro.

Conservazione e trasformazione

Sono frutti molto delicati, che si deteriorano abbastanza velocemente. Se le consumate subito tenetele a temperatura ambiente in un locale fresco e ben arieggiato, al massimo per 1-2 giorni. In frigorifero dureranno un paio di giorni in più, avendo cura di stenderle in un solo strato su un vassoio foderato con carta da cucina. Se si tratta di frutti che devono completare la maturazione, riponeteli in un sacchetto di carta a temperatura ambiente fino a quando raggiungono la giusta maturazione.
Abbiate l’accortezza di lavare i frutti solo prima di consumarli.

Stagionalità

Estate

Calorie 48
Grassi 0,4 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,1 g
Acidi grassi monoinsaturi 0,2 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 1 mg
Potassio 259 mg
Carboidrati 11 g
Fibra alimentare 2 g
Zucchero 9 g
Proteine 1,4 g
Vitamina A 1.926
Calcio 13 mg
Vitamina D 0 IU
Cobalamina 0 µg
Vitamina C 10 mg
Ferro 0,4 mg
Vitamina B6 0,1 mg
Magnesio 10 mg

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilzione per fornirti una esperienza di navigazione personalizzata. Abilitando i cookie ci permetterai di offrirti la miglior esperienza possibile. Cookie policy